Quanto valeva la libertà

4,0015,00

di AGNESE FOLTRAN e FRANCESCA MARIA SUSANNA

2021, pp. 144
Collana: Le nostre guerre
Genere: Storico

AGNESE FOLTRAN & FRANCESCA MARIA SUSANNA, nate nel 1991 a Treviso, sono due amiche d’infanzia. Agnese, laureata in Scienze infermieristiche, vive e lavora a Stoccarda; Francesca Maria, laureata in Medicina e Chirurgia, vive e lavora a Padova.

Nonostante la distanza, sono sempre rimaste amiche e si sono ritrovate per un progetto ad entrambe molto caro: dare nuova vita al diario di prigionia di Gino Foltran.

Svuota

Descrizione

Dopo l’8 settembre 1943 Gino Foltran viene catturato, a soli vent’anni, dai soldati tedeschi a Trento. Fatto prigioniero, è deportato come Internato Militare Italiano con altri commilitoni del Reggimento Autieri in Germania, nel campo di lavoro coatto di Fürstenberg, il primo dei molti Lager in cui Gino viene rinchiuso. Sopravvive a condizioni di lavoro e di vita disumane che segnano per sempre la sua esistenza, ma quando ormai tutto sembra perduto, la speranza e la forza d’animo non lo abbandonano, permettendogli di salvarsi e di ricominciare a vivere. Una storia di resilienza e coraggio, raccontata con semplicità e sincerità, che mette in primo piano la vita di un giovane ragazzo che non si è arreso e ha lottato fino alla fine.

All’interno del volume un importante saggio storico sui Lager di internamento di Foltran, curato da due esperti dell’argomento: Silvia Pascale, storica e ricercatrice italiana, che collabora oramai da anni con centri di documentazione sulle deportazioni in Germania e Polonia; Orlando Materassi, Presidente Nazionale ANEI (Associazione Nazionale ex Internati nei Lager Nazisti) che da oltre 10 anni collabora con il Denkort Bunker Valentin e il Centro di Documentazione Baracke-Wilhelmine per tenere viva la Memoria di suo padre Elio e di tutti gli IMI.

Il libro conta sul patrocinio dell’ANEI nazionale.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Quanto valeva la libertà”